Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Mi Presento ...

  • : Scienza Cucina e ... di tutto un po'
  • Scienza Cucina e ... di tutto un po'
  • : Ricette
  • Contatti

Profilo

  • dnanna17
  • Ciao sono Anna,laureata in scienze biologiche e dà qui la creazione del mio nick.Al momento sono in cerca di lavoro!Intanto sono redattrice web qui vi presenterò i miei articoli
  • Ciao sono Anna,laureata in scienze biologiche e dà qui la creazione del mio nick.Al momento sono in cerca di lavoro!Intanto sono redattrice web qui vi presenterò i miei articoli

Ricerca

Ottieni "mi piace" sulla tua pagina facebook

Rankitalia.com - Pubblicità gratuita

2 giugno 2013 7 02 /06 /giugno /2013 12:30

Il sangue, fonte di informazioni: le sue caratteristiche peculiari

Il termine “SANGUE” deriva dal latino sanguis, sanguinis. Esso è un tessuto connettivo in fase liquida di colore rosso intenso costituito per il 55% da una parte liquida, detta plasma, e per il 45% da una parte corpuscolata, costituita da globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.

Nell’uomo il suo volume corrisponde a circa l’8% del peso corporeo, negli altri animali varia. Conoscere la quantità di questo fluido è importantissimo, consente di regolarci sulla quantità di sangue da poter prelevare senza provocare danni all’individuo.

Il pH oscilla tra 7,35 e 7,45, valore rigidamente mantenuto: di sotto al quale si genera acidosi cui consegue la morte dell’individuo; al di sopra si genera alcalosi.

Non appena esce dal suo ambiente naturale, si attiva la formazione del “coagulo”. La coagulazione del sangue consiste in una serie di reazioni enzimatiche a cascata e rappresenta una difesa da parte del nostro organismo. La fase liquida del sangue coagulato prende il nome di siero e si distingue dal plasma per l’assenza di fibrinogeno e delle altre proteine che intervengono nel processo della coagulazione. Il sangue è un liquido viscoso, circa 4 – 5 volte più denso dell’acqua e tale caratteristica dipende dalla percentuale di parte corpus colata presente. La viscosità stabilisce la pressione che il cuore deve esercitare per movimentare questo liquido quindi se aumenta il cuore si affatica a pompare il sangue ormai più denso.

Il sangue compie il giro completo del corpo in circa un minuto sotto la spinta cardiaca in seguito all’alternanza di sistole e diastole. Quando arriva in un distretto cellulare, cede ossigeno e altre sostanza nutritive e prende anidride carbonica e rifiuti; il tutto è convogliato nel circolo venoso: una parte va al fegato, un’altra va ai polmoni per essere riossigenata e ricominciare il percorso. Il sangue circola in tutto il corpo quindi è a contatto con tutte le cellule.

Non c’è cellula che possa rimanere viva che non sia a contatto col sangue; se in un distretto non arriva sangue ne consegue un infarto (qualsiasi organo in cui non arriva sangue va incontro a infarto), per questo il sangue può darci tante informazioni riguardo al nostro stato di salute, per nessun altro fluido biologico c’è una circolazione così perfetta e completa. L’unico tessuto che non riceve sangue direttamente è l’epidermide che prende il nutrimento dal connettivo sottostante.

Condividi post

Repost 0
Published by dnanna17 - in BIOLOGIA - CHIMICA
scrivi un commento

commenti